DOTT. DONELLI SILVIO NUOVO TRATTAMENTO FOTOCHIMICO DELLE TELEANGECTASIE E PICCOLE VENULE

21/01/2019Medici

by Centro Cuore & Salute


Tutti gli articoli

A cura del Dott. Donelli Silvio, specialista in angiologia

NUOVO TRATTAMENTO FOTOCHIMICO DELLE TELEANGECTASIE E PICCOLE VENULE :


E’ la combinazione sincronizzata di una selezionata schiuma sclerosante ed un  apposito laser dedicato.

 Le vene varicose e le teleangectasie possono essere ereditarie od acquisite ma sono sempre uno sfiancamento ed allargamento della parete venosa con rallentamento di flusso rischio di formazione di coaguli e trombosi. Possono essere espressione di una malattia importante con serio rischio per la nostra salute, oppure possono essere solo un fastidioso inestetismo.

Molte sono state le  tecniche utilizzate ed evolute negli anni passati. Attualmente la chirurgia tradizionale, i trattamenti abltativi endovenosi quali laser e la radiofrequenza, e la scleroterapia sono le procedure più utilizzate.

Secondo la nostra esperienza i risultati migliori si ottengono personalizzando i trattamenti utilizzando anche piu’ tecniche diverse sullo stesso paziente anche contemporaneamente, valutando il trattamento ideale per ciascuna diversa vena e per ciascun diverso paziente.

Ancora di più si ottiene utilizzando e selezionando tecniche diverse e  combinandole sequenzialmente insieme sulla stessa vena moltiplicando gli effetti positivi ed abbattendo gli effetti sgradevoli e collaterali.

La tecnica schiuma sclerosante endovenosa è utilizzabile con diversa aggressività per le grosse e piccole vene e per le teleangectasie ma non per la grande safena. Consiste nell’iniettare all’interno della vena un apposito liquido sclerosante preparato in forma di schiuma quindi diluito  ed  aumentato di volume rendendolo molto efficace perché interagisce più estesamente e più a lungo con la parete interna della vena mantenendo però molto bassa la quantità complessiva del farmaco iniettato. Inoltre la schiuma è visibile dagli ultrasuoni ecografici cosa che può permettere di mirare e seguire con precisione il tratto di vena da occludere.

Il laser transcutaneo di ultima generazione consiste nel far penetrare attraverso la cute con bassa energia  un sottilissimo  (quindi innocuo per la pelle attraversata) raggio di luce laser che colpisca selettivamente la parete venosa innescandone ispessimento e chiusura permanente.

Il trattamento fotochimico consiste nell’utilizzare contemporaneamente le due tecniche (laser e schiuma sclerosante) combinandone sequenza, concentrazione farmacologica ed energia laser ottimizzandole per le caratteristiche di ciascuna vena e teleangectasia. 

Questa tecnica è ideale per trattare  soprattutto  le teleangectasie e piccole venule, e secondo la nostra esperienza la più efficace perché scarica contemporaneamente sul vaso da occludere sia l’energia chimica della schiuma sclerosante che l’energia fototermica del laser aumentandone la capacità occlusiva  e la più rispettosa della pelle perché si utilizza bassa concentrazione di farmaco e bassa energia laser.

Ne risulta un ridottissimo numero di sedute necessarie, una rapida guarigione ed una marcata riduzione di fastidi collaterali.

NUOVO TRATTAMENTO FOTOCHIMICO DELLE TELEANGECTASIE E PICCOLE VENULE

A cura del Dott. Donelli Silvio specialista in ANGIOLOGIA

Contattaci per saperne di più